Cavolfiore Violetto di Sicilia Sel....

Cavolfiore Violetto di Sicilia Sel. Natalina

CVF04
Disponibile
10,00 €
Tasse incluse

Il Cavolfiore violetto di Sicilia è una varietà tipica del territorio. L'infiorescenze sono di ottima qualità, molto uniforme, dal peso elevato di 1.5 kg e dal colore violetto intenso. Si raccoglie a 100-110 giorni dal trapianto. Predilige le zone a clima fresco e umido. Richiede terreni di medio impasto e un elevato livello idrico dello strato interessato dalle radici. La coltivazione si effettua in diversi periodi dell’anno, a seconda della località e delle cultivar impiegate. Non necessita di particolari lavorazioni, la sua rusticità le permette di crescere anche in mezzo ai prati, basta una lavorazione superficiale del terreno. La raccolta è scalare va da ottobre a maggio.

Confezione

 

Il Cavolfiore violetto di Sicilia è una varietà tipica del territorio. L'infiorescenze sono di ottima qualità, molto uniforme, dal peso elevato di 1.5 kg e dal colore violetto intenso. Si raccoglie a 100-110 giorni dal trapianto. Predilige le zone a clima fresco e umido. Richiede terreni di medio impasto e un elevato livello idrico dello strato interessato dalle radici. La coltivazione si effettua in diversi periodi dell’anno, a seconda della località e delle cultivar impiegate. Non necessita di particolari lavorazioni, la sua rusticità le permette di crescere anche in mezzo ai prati, basta una lavorazione superficiale del terreno. La raccolta è scalare va da ottobre a maggio.

Il cavolfiore è una cultivar di cavolo. Il cavolfiore è caratterizzato da un'infiorescenza, detta corimbo testa o palla, costituita da numerosi peduncoli fiorali, molto ingrossati e variamente costipati. L'infiorescenza a corimbo, che può assumere una varia colorazione (bianca, paglierina, verde, violetta) costituisce la parte commestibile dell'ortaggio.

Il cavolfiore ha numerose varietà, che vengono distinte in base all'epoca di maturazione, per cui vi sono varietà precocissime (raccolte ad ottobre), precoci (raccolte a novembre-dicembre), invernali (raccolte a gennaio-febbraio) e tardive (raccolte da marzo a maggio). Oltre alle più diffuse varietà con l'infiorescenza bianca esistono altre con differenti colorazioni, come ad esempio il cavolfiore verde di Macerata o il cavolfiore violetto di Catania.

Il cavolfiore preferisce terreni freschi, profondi, di medio impasto. La semina avviene in semenzaio tra maggio e luglio; per le produzioni primaverili avviene a gennaio. Il trapianto in campo delle piantine viene effettuato 40-50 giorni dopo la semina. Prima del trapianto, il terreno viene preparato con un'aratura, con cui si esegue anche la concimazione, preferibilmente organica. I lavori successivi al trapianto consistono in una o due sarchiature. L'irrigazione è praticata dopo il trapianto (a luglio-agosto) e durante la crescita dell'infiorescenza se si verifica siccità. La raccolta viene effettuata tagliando il torsolo alla base.

9999 Articoli
No reviews

Potrebbe anche piacerti

Product added to wishlist
Product added to compare.