Carosello Tondo Manduria

Carosello Tondo Manduria

CS08
Disponibile
3,00 €
Tasse incluse

Il Carosello Tondo di Manduria  è un melone che si consuma immaturo come il cetriolo.  La coltivazione è semplice, la pianta può essere coltivata sia su supporto verticale che in terra, è però sensibile allo iodio, consigliamo quindi se possibile, coltivarlo con supporti per rampicanti (come la rete) e di sfoltire la parte verde in modo che la pianta abbia abbastanza aria da non accumulare umidità, anche perché questa varietà è molto vigorosa.

Consumate i Caroselli da immaturi, ma lasciatene andare qualcuno a maturazione dalle piante più produttive e in salute per ricavarne i semi.
Semina in primavera, la pianta è precoce ed è coltivabile in tutta Italia, tollera bene il vaso ma che sia di sufficienti dimensioni.

Confezione

 

Il Carosello Tondo di Manduria  è un melone che si consuma immaturo come il cetriolo.  La coltivazione è semplice, la pianta può essere coltivata sia su supporto verticale che in terra, è però sensibile allo iodio, consigliamo quindi se possibile, coltivarlo con supporti per rampicanti (come la rete) e di sfoltire la parte verde in modo che la pianta abbia abbastanza aria da non accumulare umidità, anche perché questa varietà è molto vigorosa.

Consumate i Caroselli da immaturi, ma lasciatene andare qualcuno a maturazione dalle piante più produttive e in salute per ricavarne i semi.
Semina in primavera, la pianta è precoce ed è coltivabile in tutta Italia, tollera bene il vaso ma che sia di sufficienti dimensioni.

Il carosello ed il barattiere appartengono alla specie Cucumis melo L., della quale rappresentano due ecotipi. L'organo edùle è rappresentato dal frutto immaturo (peponide) che viene normalmente consumato come alternativa al cetriolo, rispetto al quale risulta più digeribile a causa dell'assenza della cucurbitacina. La loro coltivazione è molto diffusa in Puglia (alcune stime parlano di circa 100 ettari), e risale a diversi secoli fa. Cenni sulla coltivazione e consumo si possono trovare tra alcuni documenti, tra i quali si possono citare l'Apprezzo alla città di Gravina del 1608, in cui si parla di cocomeri, con riferimento probabilmente ai caroselli, e quelli che riportano gli alimenti consumati nel seminario di Otranto nel 1833, nei quali si rivela che nel periodo giugno-agosto sono servite le cosiddette poponelle, voce che sta ad indicare un tipo di carosello. Carosello e barattiere vengono normalmente considerati, erroneamente, come un unico ecotipo (non è raro trovare, anche nel catalogo di alcune ditte sementiere, voci del tipo melone barattiere o carosello barattiere o carosello barattiero). In realtà le due popolazioni differiscono sia per alcuni caratteri botanici (ad es. la biologia fiorale) che per forma, dimensione e composizione del frutto. Il carosello è consumato anche nella provincia di Agrigento in Sicilia dove è conosciuto con il nome di battagliuni. Il carosello è molto apprezzato anche nella provincia di Messina e di Trapani. Il carosello è anche consumato e conosciuto nella provincia di Caltanissetta con il nome di "acculazzatu".

9999 Articoli
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Product added to wishlist
Product added to compare.